Alla scoperta della tartaruga emys

A partire dalla fase di costruzione della Centrale di Livorno Ferraris, così come previsto dall’Autorizzazione Ambientale Integrata che ne ha consentito la realizzazione, la Centrale ha effettuato diversi interventi di mitigazione e compensazione ambientale nelle zone vicine alla Centrale. 

Fra questi, sono state condotte attività di monitoraggio di alcune specie faunistiche, tra cui la testuggine palustre, “Emys orbicularis”, specie endemica di questi luoghi.
Dalle attività è emerso che la costruzione e l’esercizio dellaCentrale non producono effetti negativi sulle componenti ambientali né sulla fauna locale, ma i biomonitoraggi hanno  tuttavia messo in evidenza le principali problematiche per la testuggine, dovute ad esempio e all’uso di pesticidi, alla scomparsa di diverse zone umide dove questa specie viveva e anche alla presenza di testuggini alloctone che, una volta liberate dall’uomo in questo habitat,  minacciano le Emys sottraendo loro cibo e spazio. 

Nel 2015 la Centrale, in collaborazione con Arpa Piemonte e l’ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino ha deciso di supportare un’ulteriore attività di monitoraggio triennale per valutare lo stato di salute delle locali popolazioni di testuggini nel territorio vercellese.

Per raccontare quest’impegno anche ai più giovani e per sensibilizzarli sull’importanze della biodiversità del nostro territorio, abbiamo pubblicato il fumetto “Eppi e Gaia”: un progetto didattico pensato per le scuole primarie la cui protagonista e’ una piccola testuggine dal nome Eppi, che racconta le sue caratteristiche e necessità in termini di ambiente, cibo e pericoli rispetto alle minacce legate da comportamenti umani non sempre attenti e rispettosi.

 

Scarica il fumetto "Eppi e Gaia"

Relazione conclusiva monitoraggio testuggine palustre europea