Tutte le nostre centrali hanno ottenuto da anni la registrazione EMAS, la certificazione ambientale e la certificazione per la Salute e la Sicurezza sul posto di lavoro, importanti strumenti a cui le organizzazioni europee possono aderire volontariamente, per contribuire a uno sviluppo economico sostenibile.

Nelle Dichiarazioni Ambientali, consultabili in questa sezione, comunichiamo proattivamente e secondo principi di trasparenza i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi ambientali prefissati e indichiamo come intendiamo migliorare continuamente le nostre prestazioni in campo ambientale.

 

Luca Alippi
Amministratore Delegato

alippi“In un anno così difficile come il 2020, la crisi generata dall’emergenza Covid-19 ha evidenziato ancora di più l’importanza di una realtà come la nostra: quella di un fornitore di un servizio essenziale, l’energia elettrica.

I nostri impianti infatti hanno continuato a garantire l’approvvigionamento energetico necessario al Paese e confermato la loro funzione rilevante per il sistema elettrico, contribuendo alla sicurezza degli approvvigionamenti e all’adeguatezza del sistema a fronte di situazioni di potenziale criticità. Per questo voglio ringraziare anche in questa sede tutti i colleghi e collaboratori.

Abbiamo implementato rapidamente nuove misure e protocolli organizzativi e procedurali per tutelare la salute e la sicurezza di colleghi e fornitori sul luogo di lavoro. Continueremo ad impegnarci per migliorare costantemente la sicurezza degli impianti, la loro operatività nel pieno rispetto dell’ambiente e interagendo attivamente con il territorio che ci ospita.”
 

Andrea Bellocchio
Direttore Power Plants Operations

Bellocchio

Giorgio Chizzolini
Direttore HSE, Asset Management and Permitting

chizzolini

“Il 2020 è stato un anno particolarmente complicato a causa della pandemia di Sars-Cov-2. In tutte le sedi EP Produzione ci siamo concentrati sulla tutela dei nostri dipendenti e collaboratori, attivando misure di prevenzione volte a minimizzare il rischio di contagio.

Abbiamo istituito un Comitato di Crisi COVID-19 per il monitoraggio continuo dello stato di emergenza, apportato cambiamenti nell’organizzazione del lavoro e degli spazi, applicato protocolli organizzativi per garantire la massima sicurezza nello svolgimento delle attività lavorative e attivato campagne periodiche di screening per rilevare eventuali casi positivi.

Inoltre, la tutela della salute ci ha portato a realizzare importanti misure gestionali in ragione del rischio sanitario a cui saremmo incorsi nei mesi di ottobre e novembre, in concomitanza della seconda ondata di Covid, ad esempio, ripianificando alcuni interventi di manutenzione programmata. 

Nonostante il difficile scenario di lavoro, il 2020 ha portato anche risultati positivi per i nostri impianti e importanti novità per i progetti futuri. Ad agosto abbiamo raggiunto il record di 3 milioni di ore-lavoro senza infortuni, traguardo che continuerà ad essere uno dei nostri capisaldi per gli anni a venire. Inoltre, sempre nel corso dell’anno, abbiamo lavorato agli iter autorizzativi di rilevanti progetti di efficientamento per i nostri impianti di Tavazzano e Montanaso, Ostiglia, Trapani, Fiume Santo e per CEF a Ferrara: un significativo piano di investimenti per fornire un contributo decisivo alla sfida di transizione energetica.”
 

Nel 2017 le Dichiarazioni Ambientali delle centrali di Ostiglia e Fiume Santo hanno ricevuto il “Premio Emas Italia” in qualità di Dichiarazioni Ambientali più efficace nella comunicazione.