Tutte le nostre centrali hanno ottenuto da anni la registrazione EMAS, la certificazione ambientale e la certificazione per la Salute e la Sicurezza sul posto di lavoro, importanti strumenti a cui le organizzazioni europee possono aderire volontariamente, per contribuire a uno sviluppo economico sostenibile.

Nelle Dichiarazioni Ambientali, consultabili in questa sezione, comunichiamo proattivamente e secondo principi di trasparenza i risultati raggiunti rispetto agli obiettivi ambientali prefissati e indichiamo come intendiamo migliorare continuamente le nostre prestazioni in campo ambientale.

 

Luca Alippi
Amministratore Delegato

alippi“Nel 2021 abbiamo consolidato il nostro ruolo di fornitore di un servizio essenziale, operando i nostri impianti in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente, producendo circa 16,2 TWh, 6% circa della produzione nazionale, un dato che credo confermerà il nostro posizionamento tra i primi 5 produttori nazionali.

I progetti in corso a Tavazzano-Montanaso e ad Ostiglia possono dare un grande contributo al processo di transizione energetica, assicurando sicurezza e adeguatezza al sistema elettrico in evoluzione, consentendo la sostituzione di unità meno performanti con unità allo stato dell’arte per efficienza e ridotte emissioni ambientali.

Complessivamente questi due progetti comportano investimenti di rinnovamento per oltre 850 milioni di €, che danno una positiva prospettiva di futuro alle nostre attività. È ragionevole pensare che il gas naturale mantenga un ruolo importante integrandosi al crescente sviluppo di fonti rinnovabili, a garanzia della sicurezza del sistema elettrico, a maggior ragione se utilizzato in impianti altamente efficienti e performanti ambientalmente.

Continuiamo lavorare per far maturare opportunità di sviluppo anche negli altri siti produttivi, proseguendo gli iter autorizzativi dei progetti già avviati – a gas naturale, fotovoltaico e batterie - e valutando nuovi progetti. In particolare, per un futuro vitale, oltre il carbone, del sito produttivo di Fiume Santo”.

Andrea Bellocchio
Direttore Power Plants Operations

Bellocchio

Giorgio Chizzolini
Direttore HSE, Asset Management and Permitting

chizzolini

“Il 2021 è stato segnato dalla necessità di coniugare le esigenze legate alla produttività degli impianti con la gestione della pandemia da COVID-19. In tal senso abbiamo agito con determinazione adottando misure di prevenzione rigorose in tutti i nostri siti che ci hanno consentito di proseguire le attività in sicurezza garantendo al contempo la disponibilità dei nostri impianti. I nostri collaboratori hanno dimostrato grande cura ed attenzione nell’osservare i protocolli anti-contagio e per questo esprimiamo loro il nostro ringraziamento.

Oltre agli aspetti legati alla situazione sanitaria, abbiamo ricevuto le autorizzazioni per importanti progetti, in linea non solo con i piani societari, ma anche con gli obiettivi del Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima (PNIEC) riguardo alla decarbonizzazione e alla sicurezza del sistema elettrico nazionale. In particolare, è stato avviato il cantiere per l’efficientamento della Centrale di Tavazzano e Montanaso, che prevede l’installazione di una nuova sezione produttiva a ciclo combinato di ultima generazione (classe H). Dal punto di vista ambientale, per quanto riguarda le emissioni, le nuove tecnologie permetteranno di ridurre ulteriormente le emissioni specifiche, in conformità ai più stringenti orientamenti nazionali ed europei previsti dalle BAT (Best Available Technologies).

Inoltre, nello stesso anno, abbiamo ricevuto l’Autorizzazione Unica per la Centrale di Ostiglia dove, a seguito della bonifica delle aree, ormai completata, si prevede la realizzazione di una nuova unità a ciclo combinato, costituita da una turbina a gas di ultima generazione e una serie di interventi di miglioramento ambientale sui gruppi esistenti”.

Condividi su: